Come arredare un salotto con camino

0
98

Il living, come ben si sa, è forse la stanza più importante della casa al giorno d’oggi. Primo spazio domestico ad essere ammirato dagli ospiti, può avere diverse peculiarità stilistiche. Tra queste, rientra la presenza del camino, una scelta sempre più frequente in questo periodo considerando anche il carovita che porta spesso a trovare delle soluzioni efficaci e nel contempo creative per dare spazio al risparmio.

 

Quali sono i consigli per rendere speciale un salotto con camino? Scopriamone assieme alcuni nelle prossime righe di questo articolo.

 

Focus sulla tipologia di camino

Parlare di arredamento del soggiorno con camino vuol dire tutto e vuol dire niente. L’elemento appena citato, infatti, deve essere scelto con caratteristiche specifiche a seconda dello stile e degli spazi. Nel caso in cui si ha a che fare con un salotto classico, l’opzione migliore sarà senza dubbio quella dell’intramontabile camino a legna a parete. Fondamentale è ovviamente curarne gli interni e, per esempio, non trascurare dettagli funzionali ma anche estetici come i bracieri per caminetti, che possono essere scelti tenendo conto di diverse dimensioni e peculiarità (alcuni, per esempio, sono dotati di pomoli).

 

Per un living moderno che vira verso il minimal, è invece perfetto un caminetto sospeso. Nei casi in cui si ha un open space, invece, una buona idea prevede di focalizzarsi sul camino bifacciale, che rappresenta un’idea creativa e originale per dividere l’area living da quella dedicata alla cucina.

 

Chiarita questa premessa, non resta che entrare nel vivo dei consigli pratici per gestire la resa estetica generale.

 

Less is more

Il principio “Less is More” è un adagio che viene spesso chiamato in causa quando si ha a che fare con l’arredamento al giorno d’oggi. Metterlo in primo piano è fondamentale in diversi casi e tra questi rientra il living in cui è presente il camino. Non importa che la stanza sia arredata in stile classico piuttosto che con un mood più moderno. Quello che conta è non esagerare con gli elementi d’arredo inclusi in quanto, così facendo, si rischia di mettere il camino in secondo piano, perdendo di fatto tutto il fascino legato alla danza delle fiamme.

 

Attenzione ai colori

In un salotto con camino, sempre a prescindere dallo stile, è bene evitare di mettere in primo piano colori troppo carichi. Soprattutto se si ha a che fare con i camini a bioetanolo – soluzioni che hanno anche il pro di essere super ecologiche – bisogna tenere presente il fatto che, in virtù dell’essenzialità della struttura, la fiamma con la sua potenza cromatica e lineare è al centro dell’attenzione. Inserendo tra gli elementi d’arredo colori come il blu elettrico o il rosso acceso si rischia, a meno che non si abbia intenzione di mettere in primo piano un mood super eclettico, di dare spazio al classico effetto “pugno in un occhio”. Molto meglio è focalizzarsi su colori come il bianco e, per dare grinta e carattere all’insieme, scegliere elementi d’arredo caratterizzati dalla presenza di dettagli in metallo (p.e. le gambe di un’eventuale poltrona).

 

Come decorare il camino classico

Fino ad ora, abbiamo parlato solo di camini moderni. Un doveroso cenno va dedicato anche a quelli classici. Quando li si chiama in causa, non si può non prendere in considerazione i consigli per decorarli. La prima immagine che viene in mente è quella dei decori natalizi. Bellissimi, ma c’è molto di più! Giusto per fare un esempio ricordiamo che, nei casi in cui si ha a che fare con un salotto classico ma dalle linee essenziali, sul camino si può posizionare uno specchio di grandi dimensioni.

 

Da non dimenticare è infine la possibilità di creare un angolo verde, utilizzando anche piante caratterizzate da foglie di varie forme e dimensioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here