Sovrappeso e fame nervosa: cause e soluzioni

0
70
dimagrire
dimagrire

Oggi sappiamo tutti che il sovrappeso è un problema importante e che non deve mai essere sottovalutato dalle persone che ne soffrono. Meno ancora se parliamo di obesità. La prima causa di questa condizione è la cattiva alimentazione, accompagnata da uno stile di vita scorretto e un’attività fisica insufficiente.

Oggi anche qui in Europa, in particolar modo in Italia, ci siamo abituati ad adottare un regime alimentare sempre più “americano”, cioè dove predomina l’assunzione di cibo da fast food, ricco di grassi e sostanze dannose e povero di nutrienti importanti per il corpo.

Se poi ci aggiungiamo lo stress, il nervosismo, i fattori ambientali e culturali, il gioco è fatto. Lo stress prolungato è risaputo che può aumentare il rischio di prendere peso. Se da una parte c’è chi per il nervosismo smette di mangiare, dall’altra c’è invece chi mangia di più e inizia a soffrire di quella che oggi è nota come fame nervosa.

Covid e sovrappeso

E di questi tempi, a causa della pandemia in corso, il rischio di soffrirne e quindi andare incontro all’obesità è sempre più alto. La pandemia da Covid 19 infatti ha influenzato in modo notevole e “pericoloso” la dimensione psicologica. Molte persone oggi stanno vivendo nella paura per la salute, per il lavoro e in generale per il proprio futuro. Nervosismo e stress stanno invadendo le case e a risentirne maggiormente sembra che ci sono proprio i giovani, i quali a causa del distanziamento sociale e il dover passare molte più ore in casa hanno iniziato a soffrire sempre di più di problemi psichici.

Tutto questo stress accumulato ha portato moltissime persone a mangiare di più, con un pericoloso aumento del peso corporeo. Sabbiamo bene che obesità e sovrappeso sono tra le principali cause di alcune pericolose malattie.

Da una parte vediamo come il sovrappeso e l’obesità provoca nella persona che ne soffre affanno, elevata sudorazione anche davanti ad attività semplici e non faticose, disturbi del sonno, problemi di apnee notturne ma anche una scarsa ossigenazione del sangue, la quale come sappiamo può portare poi a problemi gravi come infarti e ictus.

Non solo, una persona che ha problemi di peso corporeo tende a soffrire di sonnolenza diurna, dolori alle articolazioni (in particolar modo alle ginocchia per via del peso sostenuto) etc. Ci sono poi tutti i peggioramenti sulla sfera privata e sociale, come la bassa autostima e un rischio di depressione.

L’obesità e il sovrappeso però sono un problema specialmente perché sono le principali cause di malattie a elevata mortalità come ictus e infarti. Il rischio delle malattie cardiovascolari è ciò che spinge a un certo punto moltissime persone a rivolgersi al medico per poter intraprendere una dieta dimagrante veloce. C’è un aumento del rischio della sindrome metabolica, del diabete mellito di tipo 2, dell’ipertensione e alcune forme tumorali quali il tumore all’endometrio, al colon retto, alla prostata e alla mammella.

Come combattere il sovrappeso con la dieta chetogenica e gli integratori di Vexi

Vexi.it è un’azienda farmaceutica attiva nel settore della salute e del benessere. Possiamo vedere tra i suoi prodotti una serie di integratori alimentari che servono proprio come supporto per la dieta chetogenica. Se da una parte infatti gli integratori non possono essere visti come dei sostituti di una dieta, dall’altra la supportano perché favoriscono un rapido aumento del metabolismo. Ciò aiuta a bruciare prima i grassi. Allo stesso tempo però gli integratori di Vexi.it sono ideali per chi soffre di fame nervosa perché permettono proprio di ridurre questa sensazione costante di fame e perciò aiutano a non “buttarsi” sul cibo ogni volta.

 

Lo scopo degli integratori Vexi è quello di favorire un rapido dimagrimento ed è per questo che vengono utilizzati in combinazione con una dieta chetogenica strutturata e pianificata nel dettaglio da un nutrizionista.

 

La dieta chetogenica infatti non può essere adottata come programma alimentare fai-da-te perché se seguita in modo errato può portare a importanti controindicazioni. Attraverso le modifiche sulle percentuali dei nutrienti infatti va a stimolare la produzione dei corpi chetonici.

E’ grazie allo stato di chetosi che si arriva a un veloce dimagrimento perché si tratta anche di una condizione che, se si prolungasse nel tempo, potrebbe poi provocare problemi sulla salute. Per questo motivo la dieta chetogenica deve essere adottata sotto la supervisione di uno specialista in nutrizione.

La dieta chetogenica è una dieta low carb, perciò aiuta a combattere l’obesità e il sovrappeso privando al corpo delle fonti di energia primarie. In questo modo sarà costretto ad attingere ai grassi localizzati e in eccesso. I primi tre giorni di questa dieta servono a produrre i corpi chetonici mentre gli altri 15 sono considerati di attacco e vanno a bruciare l’adipe in eccesso.

Vi è invece un aumento dell’apporto proteico e viene supportato dall’assunzione degli integratori alimentari di vexi, che svolgono tra le tante cose anche un importante effetto saziante.

 

Fonte dell’articolo: https://www.donnemagazine.it/sovrappeso-rischi-come-combatterlo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here