I Metodi Di Tortura Più Orrendi Mai Utilizzati Nell’Antichità

0
349

Nel corso del Medioevo sono stati utilizzati metodi di tortura davvero terribili, i cui soli nomi sono in grado di evocare scene di tortura, morte e dolore.

La fantasia umana in tema non ha certo avuto problemi a sbizzarrirsi.

Le punizioni erano inflitte a tutti i sospettati di aver commesso qualche delitto (all’epoca si poteva essere condannati anche per un solo sospetto). Scopriamo tutti i metodi di tortura più orribili del medioevo.

1. Palo affilato che dall’alto verso il basso attraversava il corpo della vittima.

2. Culla di Giuda: questo simpatico strumento passava proprio dalle zona intime. Lento e doloroso.

3. La Gabbia: il condannato veniva sospeso e lasciati al sole o mangiati dagli uccelli, esposti al pubblico.

4. La Cremagliera: gli arti del malcapitato venivano tesi sempre di più, finché le ossa si rompevano.

5. Straziatoio del seno: il seno era pinzato e strappato dalla vittima con violenza.

6. Pera dell’angoscia: strumento che veniva inserito nell’orifizio e lo mutilava, dolorosamente, anche se spesso non causava la morte.

7. La ruota: girava lentamente e straziava chi si trovava sopra.

8. La sega era molto semplice da rinvenire e per questo era uno degli strumenti preferiti.

9. Schiaccia-testa, metodo di tortura lenta e dolorosa che causava spesso danni al cervello e alla mandibola.

10. Schiaccia-ginocchia, spesso e volentieri rendeva storpie le vittime.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here