Patrick Swayze, per molti l’icona degli anni 80-90 con “Dirty Dancing” e “Ghost”. Morì nel 2009, ecco la sua storia.

Dirty Dancing è diventato un vero e proprio pilastro della storia del cinema, sono passati ormai 30 anni dall’uscita del film con Patrick Swayze.

Ai tempi con Swayze c’era anche Jennifer Gray, nella parte di Baby. Il film è stato però una maledizione per entrambi: la Gray non è più riuscita a togliersi di dosso l’etichetta di Baby mentre Swayze ha dovuto faticare molto per trovare un altro ruolo importante. Nel 1987 con l’uscita del film Patrick ebbe un successo mondiale. Dopo recita nei film ‘Alba d’acciaio”, ‘Vendetta trasversale’ e ‘Il duro del Road House’.

Nel 1990 torna un film dal sapore romantico “Ghost”, dove interpreta lo spettro di un giovane che protegge Demi Moore dal suo killer. Dopo questa interpretazione, che gli regala tante soddisfazioni, la sua carriera si interrompe e l’attore cade nell’oblio.

Nel marzo del 2008 l’attore ha annunciato di soffrire di una forma avanzata di cancro del pancreas. Ricoverato a gennaio per una polmonite, i medici scoprirono il tumore.

Il cancro al pancreas però è uno dei più letali, solamente 1 malato su 10 riesce a sopravvivere a cinque anni dalla diagnosi. Le metastasi si sono estese rapidamente, per questo non fu operato. La sua battaglia contro il cancro si è conclusa il 15 settembre del 2009.