Avete Mai Visto La Moglie Di Antonino Cannavacciuolo? Ecco Di Chi Si Tratta:

Antonino Cannavacciuolo è uno degli chef più amati ed apprezzati del panorama nazionale. Ebbene, la cosa comica è che ha sposato l’unica persona che sia mai stata in grado di beffarlo. La moglie dello chef si chiama Cinzia Primatesta ed è vegetariana.

Stando a quanto sostiene il marito, mangerebbe solo insalata e tofu. Il risultato? quando è a casa Cannavacciuolo non cucina, lasciando che sia la moglie a dedicarsi alla preparazione dei pasti. Come la mamma anche il figlio Andrea di 4 anni mangia pochissimi alimenti diversamente da Elisa, l’altra figlia della coppia che ha 9 anni e mangia di tutto.

Cinzia Primatesta è una professionista che è stata in grado di trovare da sola la sua strada verso il successo, prima di sposarsi con lo chef campano. Imprenditrice e manager, gestisce una catena di alberghi di lusso. Conobbe l’uomo che poi sarebbe diventato suo marito nel 1995 quando gestiva insieme alla sua famiglia un albergo e chiamò Cannavaciuolo per una stagione di 3 mesi.

E’ proprio lei a raccontare del loro primo incontro: “Toni venne a “L’Approdo”, sul Lago d’Orta, quando aveva circa 20 anni per fare una stagione di 3-4 mesi. Ci conoscemmo e qualcosa di speciale scoppiò in un istante. Dopo due anni, nel 1997, ci fidanzammo. Il 28 febbraio 1999 aprimmo “Villa Crespi”, quando avevamo 23 e 24 anni. Una pazzia, però eravamo pieni di entusiasmo”.

8 anni dopo il fidanzamento ufficiale, nel 2005 i due si sposano. Dal matrimonio sono nati due figli che oggi hanno 4 e 9 anni. Ancora oggi Cinzia gestisce numerosi alberghi collaborando attivamente con il suo compagno.

Preferenze alimentari a parte, Cannavacciuolo ritiene che la moglie rispecchi in tutto la sua metà perfetta: “È la mia miglior amica, la persona assieme alla quale ho piantato un seme che è diventato una pianta. È la mamma dei miei figli, una donna stupenda”.

LE FOTO DI CINZIA PRIMATESTA, MOGLIE DI ANTONINO CANNAVACCIUOLO:LE FOTO DI CINZIA PRIMATESTA, MOGLIE DI ANTONINO CANNAVACCIUOLO: