Si chiama ‘free bleeding’ ed è una pratica che, tra critiche feroci, sta riscuotendo sempre più successo tra le donne

Avete mai sentito parlare del Free bleeding. Se la risposta è ”no” informatevi perché il numero di persone che hanno iniziato a seguire questa pratica è in netto aumento. Anche in Italia. Si tratta di donne che, nei giorni del ciclo, non fanno nulla per nascondere le loro cose. Niente assorbenti, niente tamponi, niente coppette. Praticamente si sporcano i vestiti e la biancheria senza problemi. E anzi, lo mostrano con orgoglio.

Secondo le femministe che hanno aderito a questa campagna, il free bleeding pretenderebbe di lottare per i diritti delle donne rifiutando appunto assorbenti, tamponi e coppette. In parte questa moda si era già diffusa negli anni Settanta, quando alcuni movimenti femministi iniziarono a rifiutare l’uso di ogni tipo di assorbente, bollato come retrograda costrizione patriarcale. Kiran Gandhi nel 2015 ha corso la Maratona di Londra senza usare assorbenti pur avendo il ciclo (e creando inevitabilmente molto scalpore). Come ha spiegato lei stessa (kirangandhi.com): ‘‘Ho corso per le mie sorelle che non hanno accesso a tamponi e per le sorelle che, malgrado crampi e dolori, li nascondono e fanno finta che non esistono. Ho corso per dire che il ciclo esiste, e che lo superiamo ogni giorno”. 

Fonte: http://www.caffeinamagazine.it/societa/227048-free-bleeding-la-moda-femminista-senza-assorbenti-e-tampax-durante-il-ciclo-mestruale/

Ecco Il Video:


Loading...